Archivi Blog

CLAFOUTIS DI CILIEGIE VEGANO

clafoutis-alle-ciliegie_09

Ingredienti per una pirofila da 20 cm:

– c.ca 35 ciliegie
– 120 ml latte di avena
– 50 g farina 0
– 20 g fecola di patate
– 70 g malto di riso
– vaniglia q.b.
– sale, un pizzico
– bicarbonato, un pizzico
– cannella

Attrezzatura:

– carta da forno

Preparazione

Per iniziare lava e denocciola le ciliegie senza romperle troppo.
Modella la carta forno sulla pirofila e coprila completamente. Ora adagia le ciliegie sul fondo in modo che ne sia completamente coperto.

In una ciotola stempera farina e fecola aggiungendo poco a poco il latte, facendo attenzione a non formare grumi.
Aggiungi il malto, la vaniglia, il sale, il bicarbonato, la cannella e mescola finché non otterrai una pastella liscia ed omogenea.

Versa la pastella nella pirofila coprendo bene le ciliegie.
Inforna a 180° per circa 45 minuti o fino a doratura.

Servi il clafoutis di ciliegie tiepido o freddo, spolverando con zucchero a velo.

Consigli

– in base alla grandezza delle ciliegie, utilizzane la quantità necessaria a coprire tutto il fondo della pirofila, senza sovrapporle
– per dolcificare questo dolce ho utilizzato del malto di riso perchè ha un sapore più neutro rispetto a quello d’orzo, ad esempio. Puoi comunque utilizzare un altro tipo di dolcificante come lo sciroppo d’agave o d’acero, se vuoi provare un’alternativa allo zucchero.
– assaggia l’impasto prima di infornarlo: le ciliegie danno sicuramente dolcezza, ma se ami i dolci molto zuccherini verifica che sia sufficiente per te.
– per coprire la pirofila, bagna la carta forno con dell’acqua: sarà molto più modellabile.
– capirai che la torta è pronta perchè si sarà addensata e leggermente crostificata sulla superficie. Lasciala in forno ancora se ti sembra liquida.
– lascia riposare ed intiepidire la torta prima di servirla.
– il clafoutis di ciliegie si realizza tradizionalmente con le ciliegie intere perchè pare che i noccioli conferiscano un sapore particolare. Se la tua priorità non è la comodità nel mangiarla, provala senza eliminare i noccioli.

 Fonte: karmveg.it

Annunci

Torta cruda cocco e cioccolato (Raw chocolate coconut cake)

Trovo nei dolci crudi il connubio perfetto tra il gusto e il mangiar sano, tanto che, per stare bene, questi dolci è quasi meglio mangiarli  che evitarli (a differenza dei dolci  convenzionali pieni di zuccheri e grassi idrogenati). Riporto una ricetta del Vegan Chef Eduardo Ferrante, bravissimo, di cui ho avuto il piacere di assaggiare qualche creazione a Firenze.

Raw chocolate coconut cake

torta cioccolato e cocco

Ingredienti:

Per la base:

datteri

  • 1 tazza di noci
  • ½ tazza di datteri snocciolati
  • 1 cucchiaio di olio di cocco
  • 2 cucchiai di succo d’agave
  • un pizzico di sale integrale

Primo piano cocco essiccato

  • 1/2 tazza noci macadamia
  • 1/2 tazza di anacardi
  • 4 cucchiai di olio di cocco
  • 1 cucchiaio di burro di cacao
  • 2 tazze di cocco essiccato
  • 1/2 bicchiere di acqua
  • un pizzico di vaniglia

Piano di cioccolato:cacao crudo

  • 1 avocado
  • 1pera
  • 1/2 bicchiere di pistacchi
  • 4 cucchiai di cacao grezzo in polvere
  • 1/2 barretta di cioccolato crudo
  • 2 cucchiai di succo d’agave
  • 1 cucchiaio di burro di cacao
  • un pizzico di vaniglia
  • un pizzico di sale integrale

Preparazione:

Prima di tutto metto a bagno la sera precedente gli anacardi che mi serviranno per il primo strato. Grazie ad un mixer potente, porto in farina le noci. Taglio in parti piccole i datteri e li aggiungo alla farina insieme ad un cucchiaio di olio di cocco ed un pizzico di sale. Lavoro fino ad ottenere un impasto omogeneo, quindi aiutandomi con una spatola, verso il risultato dentro una tortiera preferibilmente con cerniera formato 21 cm. Stendo in tutta la superficie, quindi ripongo la tortiera nel frigo e procedo con la preparazione degli altri strati. Il procedimento per gli altri strati è simile, ponendo attenzione al burro di cacao, che per i due strati dev’essere sciolgo a parte utilizzando l’essiccatore oppure a bagno maria senza portare l’acqua  superiore a 45 gradi. Quindi lavoro le noci nuovamente nel mixer, scolo gli anacardi e li aggiungo all’impasto. Lavoro ad impulsi fino ad ottenere un buon composto. Dopodichè verso gli altri ingredienti e frullo nuovamente fino ad amalgamare bene il tutto. Fuso il burro lo verso in un contenitore da cucina e aiutandomi con un leccapentole aggiungo quanto preparato per la base di cocco. Mischio bene e ripresa la tortiera dal frigo, gli spalmo sopra il risultato ottenuto. Terminato il primo strato, riporto in frigo per minimo un’ora, in modo da solidificarne il piano. Nel mentre pulisco l’avocado e la pera che uniti nel mixer riporto in crema. Aggiungo i cucchiai di cacao grezzo, un pizzico di vaniglia e sale e rilavoro ad impulsi, sino ad amalgamare bene il tutto. Taglio a coltello i pistacchi e li aggiungo all’impasto. Infine ripeto l’operazione del burro insieme al cioccolato grezzo, quindi fusi li amalgamo per bene agli ultimi ingredienti e verso a copertura nella tortiera. Ripongo infine in frigo per minimo 4 ore.

Grazie ad Eduardo Ferrante. Fonte http://www.vivirvegan.it