Birra sì o birra no?

 
birra 2
Birra sì o birra no?
Nel mondo del trail è molto in voga il consumo di birra, in
particolare durante il cosiddetto terzo tempo.
Pur apprezzando assolutamente il sapore del “primo sorso di birra”
dopo una lunga fatica, ho però interesse a conoscere se vi sono
particolari effetti collaterali dovuti alla sua assunzione (per quanto
moderata) a seguito di attività sportiva.
XXXX

Ciao XXXX,

la domanda tocca un tasto dolente in quanto trova in me una ferma sostenitrice della nocività del consumo di alcol durante l’attività fisica, cosa che spesso mi fa scontrare con quelli invece, che sottovalutano questa cattiva abitudine e la sostengono sotto la bandiera del correre ‘in libertà’ e delle tradizioni trail.

Ci sono studi scientifici che dimostrano che l’alcol diminuisce l’accesso alle scorte di glicogeno muscolare, quindi renderebbe meno utilizzabile quello che è un nutriente indispensabile per sostenere lo sforzo muscolare. Soprattutto in gare trail , in cui c’è anche tanto dislivello, il glicogeno muscolare, rappresenta il principale carburante per i muscoli.

Inoltre, come si sa, l’alcol viene smaltito dal fegato, che, durante una gara lunga e faticosa come quelle a cui ci stiamo riferendo, svolge un lavoro importante di transaminazione e di gestione della glicemia ematica durante l’attività. Apportare uno sforzo ulteriore al fegato, rischia di renderlo meno efficiente nel suo compito e, se non altro, di affaticarlo inutilmente. In ultimo, aspetto altrettanto importante, l’alcol che non viene perfettamente metabolizzato dal fegato (probabile se quest’ultimo è già impegnato al massimo) arriva al cervello dove ha un effetto inebriante, ma di abbassamento della soglia di attenzione e dei riflessi. Anche solo per quest’ultima ragione, in una gara impegnativa e a volte un po’ rischiosa, come quelle trail che si sviluppano su percorsi impervi, spesso in alta quota e anche di notte, l’attenzione deve essere al massimo … e non è mai abbastanza (vedi gli infortuni che ogni tanto accadono…). Considerando anche che l’alcol ha azione di vasodiltazione, crea una immediata dispersione di calore, creando una maggiore difficoltà poi, per mantenere la temperatura corporea, altra controindicazione per chi deve affrontare corse lunghe a temperature rigide (spesso anche d’estate, quando a casa nostra fa ancora caldo, in quota lungo il percorso della gara, è facile trovare temperature a cui il corpo non è ancora abituato e che possono oscillare anche intorno allo 0°C).

Per tutte queste ragioni, sconsiglio il consumo di alcolici di qualunque tipo, prima e durante l’attività fisica. Lo stesso vale anche immediatamente dopo, visto il grosso lavoro di recupero che il corpo deve fare nelle ore successive alla gara. Se vuoi vivere l’attività fisica da sportiva, devi mettere il corpo nelle migliori condizioni per svolgerlo e anche impostare lo stile di vita in modo che quest’attività sia benefica e non dannosa. La birra, va bene con la pizza il sabato sera (se il giorno dopo non hai la gara!!).

Annunci

Pubblicato il 12 marzo 2014, in FAQ con tag , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: